23/11/14

La mostra 'Watashi no Margaret' a Roppongi

Era destino che la vedessi questa mostra perché ero a Tokyo, stavo quasi per fare rientro in Italia e se non avessi comprato un manga e letto il piccolo foglio pubblicitario che era inserito tra le pagine me la sarei persa.
Era in programma dal 20 Settembre al 19 Ottobre , in occasione del 50° anniversario delle riviste Margaret e Bessatsu Margaret (Bestuma) alla Mori Art Center gallery che si trova al 52° piano della Mori Tower di Roppongi Hills.
Ho deciso di andarci il giorno stesso, appena l'ho saputo, nel tardo pomeriggio perché altrimenti non avrei avuto altri giorni disponibili per andarci. Sono arrivata circa un'ora prima che la gallery chiudesse e ce l'ho fatta!:)
A quell'ora c'erano davvero pochissime persone e ho potuto visitarla con calma gustandomi tutto.
© Okazu
Al controllo del biglietto ci hanno regalato delle carinissime cards ( omaggio dello sponsor au ) , poi insieme con altre 4/5 persone ho aspettato di poter entrare in quella che poteva essere una sorta di sala d'attesa dove nel mentre potevamo ammirare delle riproduzioni a colori di illustrazioni di mangaka. Le conoscevo quasi tutte e mentre guardavo quei quadri l'emozione iniziava ad affacciarsi.
I brividi mi sono venuti quando, come prima cosa, ci hanno fatto entrare in una piccola sala dove proiettavano un video introduttivo con immagini tratte da alcuni manga. C'era una musica molto dolce strumentale che man mano diventava più intensa, e su quelle note ad ogni scena che vedevo e riconoscevo la mia mente tornava al ricordo di quelle letture. C'erano immagini di Hana yori dango, Versailler no bara, Ace o nerae, Aishite knight, Hikari no densetsu, Switch Gir!, Itazura na kiss e molte altre. Mi sono passati davanti agli occhi 20'anni di passione shoujo.

retro del leaflet della mostra con alcuni highlights

Anni fa progettai un'immaginaria mostra sui manga e lo stile con la quale è stata allestita 'Watashi no Margaret' è esattamente quello che avevo in mente all' epoca:
cartonati con l'evoluzione delle copertine nei decenni, la riproduzione della cameretta di una ragazza negli anni '60 con le riviste che si apprestava a leggere, sale con alle pareti tavole originali e informazioni su quei manga ( purtroppo solo in giapponese ), una statua a grandezza naturale di Andrè e Lady Oscar da Versailles no Bara della mitica Ikeda Riyoko  e uno spazio dove fare foto con alcuni protagonisti maschili di manga famosi degli ultimi anni. Sono in quello spazio era possibile fare foto perché altrimenti era rigorosamente vietato.




Sebbene fosse tutto in giapponese la cosa non ha rovinato la mia esperienza perché la maggior parte di quel che vedevo erano opere che conoscevo. E la cosa più emozionante di tutte, quella che non dimenticherò mai è stata poter vedere quelle tavole originali a distanza ravvicinata, il tratto dei pennini, i retini, il bianco usato per creare le luci e i contrasti, il movimento dei capelli e quant'altro.
Ho visto materiale originale di Yamamoto Sumika. Non avrei mai immaginato in vita mia che sarebbe potuto accadere di essere ad una mostra in cui avrei potuto ammirare disegni tratti da Jenny la tennista ( Ace o nerae  - エースをねらえ!) della Yamamoto. E' sempre stato uno dei miei manga preferiti, perché sono cresciuta amando Jenny, prima con l'anime e poi con il manga.
Insieme a Jenny c'era anche Mimì di Attack No.1 ( アタックNo.1) di Urano Chikako!
C'erano anche disegni che mai avevo visto di Miuchi Suzue ( Il grande sogno di Maya - Glass no kamen ) tratti da un manga dal nome Mayu media 「魔女メディア」e altri per esempio di Hikari no densetsu ( Hilary ) di Aso Izumi.

fonte

C'erano  anche tavole ovviamente di autori dei giorni nostri e storie molto famose come Strobe Edge e Ao haru ride di Sakisaka Io , Hirunaka no Ryuusei ( Una stella cadente in pieno giorno ) di Yamamori Mika , Wolf girl & Black Prince di Hatta Ayuko , Switch Girl! di Aida Natsumi e me le sono gustate con lo stesso piacere!
Poi ho scoperto un manga che voglio leggere online in scans proprio grazie alla mostra, si tratta di Hot road di Tsumigi Taku. Vista l'uscita del film lo scorso Agosto e la fama che ottenne negli anni '80 aveva un' intera sala dedicata. Era una delle installazioni più importanti insieme a quella dedicata a Lady Oscar! :) Della Ikeda c'erano anche tavole di Orpheus no mado ed Oniisama e ( Caro Fratello ).

E sempre grazie a questa mostra si è rafforzato il mio interesse per il manga di Tada Kaoru Itazura na kiss presente in una 'romance room' insieme ad Aishite Knight ( Kiss me Licia ). Fin'ora ho sempre aspettato per via del costo dell'opera completa ( 12 volumi a circa 8 euro l'uno ), ma lo sto recuperando proprio ora! ;)
Itazura na kiss ( fonte )
Il percorso si snodava in 10 sale e alla fine ci aspettava lo shop dove comprare dei goods esclusivi.
Io mi sono dovuta trattenere molto e mi è dispiaciuto non aver comprato il catalogo della mostra, però qualcosina l'ho riportata a casa.

i miei acquisti

ho comprato anche delle cartoline! :)

Tema delle sale:


  1. I primi anni 60
  2. Le eroine dello sport, della danza e del pattinaggio nei manga degli anni 70 tra cui da citare anche Swan di Kyoko Ariyoshi
  3. Gli shoujo horror degl anni 60/70 e lo SF Fantasy negli anni 80 con Koga Shin'ichi , Kikukawa Chikako e Kakizaki Fumi ( mangaka di cui ignoravo l'esistenza )
  4. I primi shoujo gag manga di cui ero all'oscuro e i loro autori tra cui Aonuma takako di Persia ga suki! ( Evelyn e la magia di un sogno d'amore ) : Tsuchida Yoshiko, Kawasaki Sonoko, Tokoro Hatsue , Imai Kaoru, Atsuki Yū, Yuzuki Hikaru.
  5. Sala dedicata ad Hot Road
  6. Sala multimediale dedicata a diversi generi shoujo con personaggi dinamici e storie che spaziano dal comico al dramma umano attraverso i lavori ad esempio di Ozaki Minami ( Zetsuai 1989 e Bronze ),  Ueda Rinko ( Ryō ) , Miyagi Riko ( Meichan butler ), Takanashi Mitsuba ( Lui, il diavolo - Akuma de sourou ), Aida Natsumi ( Switch Girl! ) e Aruko/Kawahara ( Ore monogatari ).
  7. Sala dedicata a Ikeda Riyoko
  8. Romance room ( Tada Kaoru e le altre )
  9. Manga a tema scolastico ( sala allestita come una classe ) tra cui Kimi ni todoke, Love★Con, Ao haru ride, Liar Lily e Hana yori dango. Per citare quelli editi in Italia.
  10. Sala con il paravento in plexiglass disegnato da alcune delle mangaka Margaret ( lo schermo pieghevole dell'amore - 恋する屏風 koisuru byōbu )


Bellissimo il paravento! C'erano disegni di Morishita Suu ( Ali di farfalla ), Sakisaka Io, Yamamori Mika ( Una stella cadente in pieno giorno ) e Karuho Shiina ( Arrivare a te ) tra gli altri!!!






Quando sono uscita dalla mostra a coronare la serata anche la visione di una Tokyo Tower inedita, rosa ( per il mese dedicato alla ricerca sul cancro al seno ).



sito ufficiale della mostra : http://my-margaret.jp/

Nessun commento:

Posta un commento