30/08/17

Problemi ( semiseri ) di una lettrice di manga

Torno a scrivere dopo tanto tempo perchè di tempo per scrivere non ne ho avuto molto al punto che ero addirittura indecisa se lasciar perdere definitivamente questo blog. Ma penso che ogni tanto potrebbe andarmi di lasciare qui le mie opinioni dopo una lettura o archiviare qualche news o link.
Quindi temporeggio per la decisione ancora un pò.
Mi piacerebbe "essere più social" , condividere di più, scambiare commenti e opinioni e vedere il blog attivo, ma non ci sono riuscita e non so se mi riuscirà, così lo terrò magari solo per il mio diletto, per una condivisione a senso unico. :)

Poi negli ultimi mesi ho dovuto prendere la triste decisione di dovermi fermare dal comprare nuove serie ( salvo titoli irrinunciabili per me ).
Ultimamente ho acquistato solo:
OUR LITTLE SISTERS di Yoshida Akimi  
Una piccola perla josei. Da qualche anno speravo che uscisse da noi. Anche il film mi è piaciuto molto!


COME DOPO LA PIOGGIA di Mayuzuki Jun
Adocchiato mentre ero in Giappone per i disegni. E' un seinen originale e carino! Sono alla lettura del 2° e aspetto che mi conquisti in pieno.


TSUBAKI-CHO LONELY PLANER di Yamamori Mika
Ho deciso di dare un'altra possibilità alla Yamamori che mi aveva appassionata con "Una stella cadente..." salvo poi deludermi con il finale ( quando lo rileggerò forse cambierò idea, ma per ora sono indecisa che sia stata la scelta giusta o comunque lineare con l'inizio della storia  ). Il fatto è che adoro il suo stile!



Purtroppo il problema è che lo spazio in casa è finito e in ogni caso le spese dedicate ai manga devono essere ridimensionate.
Ho ancora qualche recupero di serie già pubblicate e che ancora non ho acquistato, ma sono molto poche per fortuna, e già so che mi libererò di 2/3 ( forse 4 ) serie che non mi interessa tenere.
Dopo tAAAnti anni e centinaia di manga che mi guardano dalle mensole o che sono chiusi in mobiletti e librerie ormai la mia "spesa mangosa"  è ridotta al minimo. Mi sembra così strano non uscire dalla fumetteria con un bustone pieno! Ma gli anni passano e le esigenze cambiano, così come cambia la vita del resto.

Per fortuna ho talmente tanti arretrati da leggere che penso potrei star bene per un paio di anni ( o forse di più! ).  E ci sono anche storie che interdo ri-leggere!
Tra gli arretrati :
OOKU - LE STANZE PROIBITE
BANANA FISH
QQ SWEEPER
UNA STELLA CADENTE IN PIENO GIORNO ( finito in scans, ma non in italiano per lo shock!^^ )
VAMPIRE KNIGHT ( spoilerata, ma per motivi personali ho lasciato in sospeso )
HOST CLUB
THREE
MARMALADE BOY LITTLE
SANGUE SULLA NEVE
ITAZURA NA KISS ( sono rimasta a metà )
LO SQUALIFICATO
A SILENT VOICE
SAINT YOUNG MEN
HAPI MARU ( in italiano )
SANCTUARY
STORIA DI UNA GEISHA e LADY SNOWBLOOD di Kamimura Kazuo

to be continued.......
T A N T I !!! 

Scegliere delle volte quale leggere prima, secondo il tempo a disposizione e l'umore del momento, è un altro problema . Non so se sono io strana, ma spesso comincio una storia e se prende una piega che non è in armonia con il mio stato d'animo del momento io la lascio e passo ad un'altra. Poi però quando riprendo in mano quella mi tocca quasi ricominciare da capo se ci sono dei dettagli che ho finito per dimenticare
delusa da BLUE, forse lo abbandono del tutto!
In questi giorni ad esempio, complice la stagione estiva, ho ripreso in mano BLUE di Chiba Kozue, uno sjoujo con qualche tematica seria, ma diciamo light, però proprio non sono riuscita ( per la seconda volta ) ad andare oltre il 3° volume, ho provato a procedere anticipandomi sfogliando i volumi successivi, ma quello che vedevo non mi piaceva e così ora devo decidere se liberarmene senza averlo finito di leggere come mi è successo con L♥DK di Watanabe Ayu ( brodo allungato TROPPO ) oppure dargli una terza occasione. Ma penso accadrà come per L♥DK. Quando alcune scene o caratterizzazioni dei personaggi sono troppo esagerate, quando si va avanti con del drama che io trovo sia sfibrante e inutile e si inventano troppi colpi di scena anche illogici finisce che mi stanco. Non so se è il mood del momento oppure è proprio la storia che non regge. Ma ho letto qualche altra recensione  del genere forse non si tratta solo dell' approccio emotivo che ho verso questo manga in questo periodo. 

Altra questione sono i titoli che vengono proposti sul mercato italiano. Mi accorgo che in altri paesi pubblicano cose che i nostri editori non scelgono e che io sarei più interessata a leggere.
Vorrei ci fossero più josei, o seinen di mio gusto. E shoujo più originali e avvincenti.
E vorrei che continuassero ad un ritmo decente a pubblicare anche titoli che già sono presenti:
TOKYO ALICE, IL SENTIERO DEI FIORI, OTOMEN 
Questi sono tutti della GOEN , una casa editrice che ci fa disperare non poco perchè annuncia tanto e pubblica poi con frequenza da esaurimento nervoso oppure aspetta anni per pubblicare quanto annunciato. Ha riproposto, ad esempio, anche SAY "I LOVE YOU" di Hazuki Kanae, in patria ormai manca solo l'ultimo numero ( il 18, che esce a giorni ) e noi siamo fermi al 15. 


Come OTOMEN ( 18 totali ) che è già concluso in patria, e anche TOKYO ALICE ( 15 totali ) . IL SENTIERO DEI FIORI ( 15 in corso ) temo che non lo vedrò mai terminato perchè ci vorranno anni per rimettersi in pari con le uscite giapponesi e penso che se la richiesta rimarrà poca come sembra decideranno di sospenderlo. Mi piacerebbe conoscere cosa hanno in mente veramente, ma non ci è dato sapere. 
Anche per il josei OGGI SONO IN FERIE ho perso le speranze. Fermo da 3 anni qui da noi al terzo volume, in patria si è concluso con il 13°. Dicevano di volerlo riprendere in autunno 2015, ma poi non se n'è fatto più nulla.

Detto ciò i manga non possono non far parte della mia vita, rimangono sempre un piccolo piacere, uno svago, come i libri, a cui non posso del tutto rinunciare. Però le cose sono cambiate e dovrò imparare a frenare il mio desiderio ( compulsivo delle volte : )) e curiosità per novità e godermi quanto fortunatamente posseggo e che posso leggere! 
Spero di scrivere qualche breve recensione di tanto in tanto.
Ultimamente è finito WOLF GIRL & BLACK PRINCE ma non sono ancora riuscita a scrivere nulla.
Nonostante sia arrivata a 16 volumi posso dire intanto che la Hatta ha fatto un buon lavoro con quello shoujo scolastico! Mi ci ero affezionata, anche perchè mi ricorda momenti trascorsi in Giappone, quando stava per andare in onda l'anime ed il manga era molto conosciuto. 
Ma ora il mio tempo è scaduto e devo mollare il computer! mata ne




Orange di Ichigo Takano : Nuovo capitolo e volume 6 in italiano

In Giappone , come annunciato da Futabasha Monthly Action, rivista su cui è stato serializzato il manga Orange di Ichigo Takano, è stato pubblicato a Maggio un nuovo episodio ed allegato era disponibile anche un furoku. QUI il messaggio su twitter con questa immagine:


Ecco la cover della rivista :



A Novembre poi la Flashbook pubblicherà in italiano il 6° volume uscito sempre a Maggio.



Questo raccoglie dei capitoli extra:
Orange – Mirai –
Orange – Suwa Hiroto
e la storia breve bonus di due pagine Orange – Daisetsuna Hito.

Sono curiosa di sapere cosa si è inventata la Takano! Non mi sono spoilerata.







30/03/16

'Sora Log - il diario del cielo' di Kaco Mitsuki

Nonostante la mia lista di manga che aspettano di essere letti sia bella lunga e giorni fa siano arrivati altri manga ( recuperati dopo aver venduto un paio di serie ), avevo voglia di leggere durante le vacanze Pasquali qualcosa di breve e ho ripreso in mano proprio Sora Log.
E' uno shoujo breve ( 4 volumi totali ) pubblicato in Italia nel 2011, con una storia che mi è rimasta impressa, insieme ai suoi personaggi e che sapevo avrei riletto.
Lo stesso mi successe con un altro shoujo di Kaco Mitsuki ( Ai Hime - edito da Flashbook ).
TRAMA
Hikaru è una grande appassionata di astronomia, e non trova maggior piacere che soffermarsi a guardare le stelle la notte. Una sera, un giovane alto, biondo e distaccato, quasi innaturale, fa la sua conoscenza. A scuola il ragazzo non gode di buona fama, eppure c'è qualcosa in lui che Hikaru trova irresistibile…

Si tratta di uno shoujo romantico, poetico, molto zuccheroso, con questa particolarità della protagonista che ha la passione per le stelle e un mistero che lega i destini dei due innamorati. 
Il mio animo romantico ha apprezzato molto e poi ho un debole per il suo stile grafico.


25/03/16

Orange di Ichigo Takano - riflessioni post lettura


Solitamente mi capita con alcuni film che una volta arrivati i titoli di coda non finisce l'esperienza, ma torno a casa con delle sensazioni che sono poi uno strascico delle emozioni provate durante la proiezione. Capita anche dopo aver letto un libro toccante. E rare volte mi è capitato con i manga. Mi affeziono spesso ai personaggi quando le loro avventure mi accompagnano per molto tempo, succede anche con anime o serieTV,  al punto che poi per qualche giorno è come se ne sentissi la mancanza fisica, può sembrare buffo ma è così. Questa volta però finito di leggere Orange ( オレンジ  ) mi ritrovo toccata nel profondo dalla storia, dai sentimenti di quei ragazzi, dal messaggio. 
TRAMA:
Nella primavera dei suoi 16 anni Naho Takamiya riceve una lettera da se stessa 10 anni nel futuro. All'inizio Naho pensa che si tratti di uno scherzo ma cambia idea quando gli avvenimenti che vengono descritti nella lettera accadono veramente, tra cui il trasferimento di un nuovo studente Kakeru Naruse. La lettera finisce con la preghiera della Naho del futuro alla Naho del passato di prenderdsi cura di Kakeru, perchè con suo grande rimorso nel futuro lui non ci sarà più.

Ichigo Takano scrive nella pagina dei ringraziamenti finali  :

"non esistono vite che possano andare perse, abbiate cura di ogni giorno, ogni  singolo momento e voi stessi." 
E così è riuscita a racchiudere in una breve frase il significato della sua opera.
In questo manga la corsa per salvare Takeru mi ha tenuta incollata alle pagine, i fraintendimenti tra lui e Naho onestamente mi hanno snervano un pochino, l'idea del mondo parallelo è stata accattivante. Il finale poteva essere scontato ma non lo è stato, perché in fondo un solo finale definito non c'è. Come dice l'autrice non esiste una sola strada da poter scegliere e intraprendendo uno strada i futuri possibili sono diversi. Anche se hanno influenzato il passato, il futuro può non essere quello che vede Takeru e Naho insieme, oppure si. Ma non è la cosa più importante, il pretesto fantastico viene usato per dire altro. E' un pò il sogno di ognuno di noi che si ritrova ad avere rimpianti quello di tornare indietro e riscrivere la propria storia o quella di chi gli è caro, ma non potendo farlo l'unica cosa fattibile è impegnarsi a comunicare, a provare empatia, ad essere proiettati verso l'altro e non solo verso se stessi.  

16/03/16

Manga del kokoro : Love me Knight ( Kiss Me Licia )


Pochi giorni fa si è concluso il manga Debora la rivale ( Debora ga Raibaru  デボラがライバル ) di Tada Kaoru, una delle mangaka che hanno fatto la storia del genere shoujo, ma che ci ha lasciato troppo presto. La Goen per fortuna ha scelto di pubblicarla e così anche noi in Italia abbiamo potuto leggere questa storia particolare, tenera e divertente.
Ho letto sul blog 'Una stanza piena di manga' ( qui ) che Kuramochi Fusako ( mangaka classe 1955 ) quando scomparve la Tada dichiarò:
“Quando è morta Tada Kaoru ho pensato che avevamo perso qualcosa di importante, di insostituibile. (…) Non sarebbe venuto al mondo nessuno con il suo talento. Ero addolorata non per il fatto che non avrei potuto più leggere i suoi manga, ma perché con lei era scomparso un genere di manga”.
Penso che avesse ragione. Lei riusciva a fondere in modo armonioso sentimento e umorismo, realtà e fantasia. Creava equivoci e avventure in modo da non annoiare e facendoti anche sorridere. Ha mostrato un pezzetto di cultura giapponese, sia quella più attaccata alla tradizione che quella più anticonformista ( vedi l'identità di genere proprio in Debora la rivale ).

Debora
Ma io sono affezionata al mondo della Tada anche perché adoro gli anni '80 che rappresenta e che ho vissuto da adolescente e perché due delle sue opere , disponibili anche in italiano, parlano del mondo della musica giapponese pop-rock. Specialmente Kiss Me Licia ( Ai Shite Knight, 愛してナイト ). 
Riguardo invece Itazura na Kiss ( イタズラなKiss ) che intreccia molto più profondamente l'esperienza personale con la fantasia, ne parlerò quando lo leggerò ( prossimamente!! ) e vedrò l'anime ( con il finale basato su quello che lei aveva in mente anche per il manga ) perché sono riuscita a recuperare i numeri che non avevo potuto comprare quando uscì nel 2009 per la Magic Press ma ancora non riesco a cominciarlo. Perché poi cosa leggo di suo? Voglio tenermi una sua opera a deliziarmi come fosse una novità, anche se so che non lo è.  E comunque, sebbene le sue storie siano ambientate negli anni 80 e 90, per ritmo, scene e dialoghi sono davvero molto moderne. 

Nel 2014 quando ho visitato a Tokyo una mostra sugli shoujo della Margaret comics la parte dedicata a lei mi colpì molto e compresi ancora di più l'importanza di questa autrice nel panorama della produzione manga,  la Goen aveva pubblicato Miha Paradise qualche anno prima e io stavo finendo di reperire Itazura na Kiss nel frattempo quindi quando la scorsa estate uscì il primo volume di Debora la rivale ero contentissima.  
Ma amando la musica , andare ai concerti ed essendo io decisamente molto fangirl, oltre al fatto che da piccola adoravo Kiss me Licia, beh, prima che finisse Debora ho ripreso in mano la vecchia edizione della Star di Ai Shite Knight ( titolo: Love Me Knight ) del 2002 ( Goen l'ha riproposto con edizione più curata con sovraccoperta ed illustrazioni a colori nel 2012 ) e l'ho riletta tutto d'un fiato!Quindi voglio parlare di questo manga che mi sono gustata più di altre recenti letture shoujo! 

29/12/15

Letture vecchie e nuove per il 2016!

Questo 2015 sta per finire, mancano pochissimi giorni al 2016, sono riuscita a passare in fumetteria dopo diverse settimane e ho speso davvero tanto ma era inevitabile! :)


Così si prospettano tante ore di lettura per questo nuovo anno, non so come troverò il tempo ma ce la farò! Devo più che altro stilare una lista perché davvero non so da dove cominciare!
Sicuramente leggerò subito Debora la rivale, Kamisama Kiss e Il sentiero dei fiori ( di cui ho dimenticato quasi tutto! >_< ) ma poi dovrò capire come andare avanti con la lettura. :)

Questo mese è uscito anche l'ultimo volume del manga di Iwatari Saki La luce della luna ( Boku o Tsutsumu Tsuki no Hikari ), da noi il 13, perché gli ultimi due sono usciti in formato "raddoppiato" , si dice perché non abbia venduto granché e in effetti i commenti in giro sul web non sono positivi. Mi dispiace, ma sono contenta che non abbiano bloccato la pubblicazione quelli della Planet perché sono affezionata a questa serie e voglio leggere il seguito della storia che arrivò da noi in Italia negli anni '90 e di cui m'innamorai all'istante tanto che comprai anche gli OAV in vhs! Una delle mie prossime letture sarà anche questa.
Avevo inoltre cominciato, ma poi sospeso, la rilettura del mio amato Un Marzo da Leoni e anche Itazura na kiss, quindi riprenderò anche quelle! Insieme a Un passo da te che avevo preso e messo da parte per leggerlo tutto d'un fiato, ma al 6° volume la piega degli eventi mi aveva stranito, non ero in vena di leggere quel tipo di complicazioni shoujo in quel momento e l'ho stoppato. Stessa sorte per Una stella cadente in pieno giorno che avevo già letto tutto in inglese e delusa dal finale sto cercando di rileggere dando una possibilità a Mamura ! :)
Sono 25 le storie tra quelle da leggere e rileggere! Aiutoooo!!! :)
Senza contare che non mi è riusciro di andare avanti con Skip Beat con le scans e devo riprendere anche quelle!

Da una parte é un bene perché non potrò più spendere tanti soldi in manga come prima, ci sono altre priorità in casa ed è giusto e naturale che sia così. In questo modo non sarò "orfana" di manga e mi faranno compagnia ogni qualvolta potrò passare del tempo con loro.

Il nuovo anno vede delle uscite interessanti e io dovrò contenermi, ma tra quelle che vorrei leggere comunque ci sono:

Jorunada ジョルナダ , josei di Onozucca Kahori;

Himitsu - The Top Secret 秘密 -The Top Secret di Shimizu Reiko ( 12 volumi concluso ) annunciato da Goen;

L’incanto della strega (Majo no biyaku) josei di Tomu Ohmi:
http://www.animeclick.it/manga/Majo+no+Biyaku ;

The Rose King's Funeral Procession (Baraou no souretsu) di Aya Kanno ( autrice di Otomen ) annunciato dalla Star dell'autrice;

Liselotte e la foresta delle streghe (Liselotte to majo no mori) di Natsuki Takaya by Planet in uscita il 28 Gennaio. Questo titolo lo adocchiai qualche anno fa ed é un fantasy che narra le avventure di Liselotte, una ragazza che abita sulla punta più orientale e remota del suo paese vicino ad una foresta abitata da streghe. E' lì perchè aspetta di rivedere una persona del suo passato, ma nel mentre potrebbe accaderle di essere raggiunta proprio dalle streghe;

Beauty Honey di Tomo Matsumoto annunciato da GP Manga:
http://www.animeclick.it/manga/Beauty+Honey ;

Musical Code Zyklus (Chouritsu Houmuru Zyklus Code) josei di Ai Ninomiya e Ikumi Katagiri annunciato da Goen:  http://www.animeclick.it/manga/Chouritsu+Houmuru+Zyklus+Code

Ora torno alle faccende di casa, ma mi faceva piacere fare il punto della situazioni, sfogarmi un pò ed elencare un pochino di nuove uscite


Buon Anno nuovo a chi passa di qua!

明けましておめでとうございます!






17/08/15

letto e piaciuto: Kamisama kiss


Oggi riprendo a scrivere dopo un bel pò.
I miei manghetti dagli scaffali mi invitano ad essere letti, ma ne leggo molti meno di quanto vorrei perché il tempo non è mai abbastanza.
Durante il week-end di Ferragosto ne ho approfittato per riprendere in mano un manga che avevo iniziato a leggere due anni fa, ma che poi ho preferito continuare a collezionare per poi leggerlo, come ho fatto, tutto di seguito una volta arrivato ad un consistente numero di volumi.
Anche perché spesso le avventure dei protagonisti rimanevano in sospeso e quindi aspettare due mesi era uno strazio e comunque poi dovevo andare a rileggere il volume precedente.
Kamisama kiss ( Kamisama hajimemashita 神様はじめました ) di Julietta Suzuki, che la Star ha portato in Italia e pubblica con cadenza bimestrale è uno shoujo fantastico con toni da commedia che vista la trama e lo stile può sembrare sulle prime fin troppo leggero per essere avvincente, ma che invece si rivela essere una lettura piacevole che crea dipendenza.
Per il suo genere secondo me è ben fatto, la sua popolarità in Giappone quindi penso sia meritata!
 
TRAMA
Il padre di Nanami Momozono è un assiduo giocatore, che un giorno scompare dalla vita della figlia,
dopo aver accumulato una quantità enorme di debiti e lei viene cacciata di casa dai creditori. Quella sera Nanami salva un misterioso viaggiatore di nome Mikage da un cane rabbioso, e dopo avergli raccontato la sua vicenda, come segno di ringraziamento il ragazzo le cede il suo alloggio. Incredula, si reca nel posto indicato, scoprendo che si tratta di un santuario. Qui viene subito accolta dai custodi del tempio, Onikiri e Kotetsu, e da Tomoe, un demone volpe, e scoprono che Mikage ha scelto Nanami come divinità della Terra del santuario, e le ha conferito il suo marchio nominandola nuova divinità. All'inizio Nanami è riluttante, ma vivendo al santuario con Onikiri, Kotetsu e Tomoe, si rende conto di quanto sia dura e difficile la sua posizione come nuova divinità della Terra. Col proseguire della storia, Nanami finisce per innamorarsi di Tomoe, ma lui la respinge poiché l'amore tra un umano e uno yokai è vietato. Nonostante ciò, anche Tomoe finirà col ricambiare i suoi sentimenti.


La Suzuki ci sa fare, con le sue trovate e il ritmo che da alla storia,  almeno fino a questo 12° volume ( in Giappone sta per uscire il 22 ) si alternano sapientemente capitoli in cui si sviluppa il rapporto tra Tomoe e Nanami e il suo ruolo di divinità locale con episodi brevi che raccontano anche le avventure di alcuni dei personaggi "minori" .


I comprimari , come Kurama il tengu che ha lasciato il suo monte ed è diventato un idol, e il serpente bianco Mizuki ex servitore di una divinità decaduta li ho trovati spesso molto spassosi, soprattutto per come interagiscono ( vedi discutono o litigano o si pestano ^^ ) con Tomoe. Sono ben delineati e per nulla noiosi. Delle volte le loro storie servono solo a divertire, altre raccontano qualcosa in più sul passato con flashback utili e piacevoli.

i vari personaggi presenti anche nell'anime

Questa assurda storia di una umana che diventa una divinità di un tempio shintoista mi ha divertito e mi ha decisamente conquistata, complice anche l'amore tabù tra una umana e uno yokai ( creatura soprannaturale della mitologia giapponese, e Tomoe è una kitsune - che io adoro! ).
Inizialmente come progetto questa doveva essere una commedia scolastica, alla fine la storia ha preso una piega più originale e dinamica per fortuna!
I caratteri scelti per Nanami e Tomoe portano a deliziose schermaglie tra i due, sono simpatici ed è impossibile non fare il tifo per loro. Lei sa essere dolce e buona, ma anche risoluta e coraggiosa. Pur consapevole dei suoi limiti é desiderosa di migliorarsi e non si abbatte facilmente, anche se il suo umore dipende da come vanno le cose con il suo servitore che reagisce all'affiorare dei suoi sentimenti per lei in malo modo, comportandosi con durezza apparente. Ma poi al momento giusto sa tirare fuori premura e considerazione per la divinità che ha scelto di servire. Si ritrova ad ammirarla e a vederla come un bocciolo delicato che promette di diventare uno splendido fiore. Sente di appartenerle e che lei appartiene a lui. Ad un certo punto, la Suzuki si inventa il modo per costringerlo a sciogliere il contratto con lei e proprio in quell' occasione capisce che lui si sente legato ugualmente a questa umana, indipendentemente dal suo ruolo di servitore.



Dolcissimo l' episodio del salto nel passato di 12 anni e di come lui interagisce con una Nanami bimba che di lì a poco avrebbe perso la mamma. Sa essere violento e cinico, ma anche passionale e protettivo. Da questo il suo fascino, non solo perché ha i capelli lunghi bianchi e le orecchie! ^^
In questo manga si alternano piccoli momenti commoventi ad altri strampalati e iper-fantasiosi che avvengono in mondi magici oppure anche solo all'interno del tempio, o a scuola.E pian piano ci vengono dati degli indizi sul passato di Tomoe. Quindi io mi chiedo quando recupererà la memoria del suo amore passato come reagirà e cosa accadrà. Mikage ci avrà davvero visto giusto scegliendo Nanami?! Ma certo che si! ^^


Ho un forte desiderio di spoilerarmi online perché  adesso che me ne sono appassionata e mi ha incuriosito così tanto l'idea di aspettare non mi piace molto. Ma kamisama solo sa quanto ho in arretrato da leggere, sia cartaceo che in scans!!!

Nel frattempo mi godrò le due serie di anime ( 25 episodi che arrivano più o meno a dove siamo noi ora con il manga e gli OAV ( l primo episodio è basato sulla storia del quindicesimo volume, mentre l'altro è un episodio filler come leggo su Wikipedia  ). Ho visto che googlando si trovano diversi link.
Io al momento sto utilizzando lo streaming di http://www.subitanostream.it per la prima serie. Poi mi cercherò link per la seconda e gli OAV mi pare siano su YT, sicuro il primo c'é!
Le scans sono arrivate al volume 22 e la rivista Hana to Yume che pubblica i capitoli mensilmente dal lontano 2008 spesso regala dei furoku ( gadget ) carinissimi !

Curiosità: l'anime è ambientato in una cittadina molto vicina a Tokyo: Kawagoe!
Il tempio Mikage, é basato sul tempio Ontake-Jinja vicino alle rovine del Castello di Kawagoe!

Ancora non l'ho visitata ma conto di farlo. Per un'anticipazione: QUI e QUI

 fonte immagine mappa: http://mikagesha.com/1st/special_kawagoe.html